Cessazioni dal servizio – Chiarimenti

CHIARIMENTI SULLE CESSAZIONI DAL SERVIZIO DA 01.09.2016

Il Miur, in riferimento alla nota prot. 40816 del 21.12.2015, fornisce alcuni chiarimenti dopo l’approvazione della legge di stabilità.

Come è noto, nella predetta legge, all’art. 1 comma 264 si prevede il collocamento a riposo con accesso a trattamento pensionistico per i soggetti della 4^ e 6^ salvaguardia, rispettivamente Legge 124/2013 e 147/2014, a decorrere dal giorno successivo alla presentazione delle dimissioni dal servizio al dirigente scolastico.

La presentazione delle dimissioni avviene in forma cartacea ed è adempimento indispensabile e propedeutico per accedere al trattamento pensionistico.

I soggetti beneficiari hanno, comunque, facoltà di optare per la cessazione dal servizio dal 1° settembre 2016.

Sempre nella Legge sopra citata, all’art. 1 comma 281 viene estesa la “opzione donna” al 31.12.2015. Per poter conseguire il diritto a pensione, pertanto, le donne devono possedere un’anzianità contributiva di almeno 35 anni, con un’età minima di 57 anni e 3 mesi entro il 31.12.2015, optando per il calcolo contributivo. La domanda va presentata on line col sistema Polis del Miur dal 15 gennaio al 15 febbraio 2016.

Nella più volte citata legge, infine, all’art. 1 comma 265 lett. D), si dispone la possibilità di accedere alla pensione, coi requisiti precedenti alla Legge 214/2011 (Legge Fornero), per i soggetti che nel 2011 hanno fruito di permessi ai sensi dell’art. 42 del D.L.vo 151/2001 per assistere figli disabili in situazione di gravità (settima salvaguardia).

Ricordiamo, a tal proposito, che per accedere alla pensione dal 1° settembre 2016 si deve possedere quota 97 e 3 mesi, con età minima anni 61 e mesi 3 e contribuzione minima 35 anni entro il 31.12.2015.

La istanza va indirizzata in forma cartacea alla Direzione territoriale del Ministero del Lavoro, entro il 60° giorno dell’entrata in vigore della Legge di stabilità.

Per ulteriori informazioni e per le necessarie consulenze individuali, gli interessati, possono rivolgersi alle Strutture Territoriali UIL Scuola che operano in regime di convenzione con l’ITAL UIL nazionale per l’istruttoria e l’inoltro delle pratiche di pensione.

Visite: 86letture