Iscrizione alle scuole di ogni ordine e grado: esclusa la scuola dell’infanzia dalle procedure on line

Ancora una volta la bozza di circolare del Ministero dell’istruzione per le iscrizioni, esclude la scuola dell’infanzia dal presentare le istanze on line, continuando la vecchia prassi marginalizzante verso questo primo ordine di scuola.

La motivazione, poco convincente, da parte dell’Amministrazione …“non è possibile adottare l’iscrizione on line per quest’ordine di scuola, perché le scuole paritarie non sono obbligate”…,non incontra il favore dei Dirigenti scolastici della Uil Scuola Rua, in quanto la gestione delle iscrizioni cartacee appesantisce vieppiù il lavoro delle segreterie scolastiche.

La Uil Scuola Rua ha ricordato che anche le scuole primarie pur registrando la presenza di molte scuole paritarie, sono obbligate a servirsi di istanze on line, per cui risulta incomprensibile perché non possa avvenire lo stesso per le iscrizioni alla scuola dell’infanzia.

Stessa incomprensibile esclusione per i percorsi di istruzione per gli adulti ivi compresi quelli attivati presso gli istituti di prevenzione e pena.

Le scuole già all’inizio dell’anno scolastico progettano, si organizzano per un orientamento in entrata e in uscita, per offrire agli alunni un’offerta formativa completa, chiara , rispondente alle esigenze del territorio, che ha il suo culmine nelle iscrizioni.

L’attenzione non solo delle scuole ma anche di chi sovrintende a questo delicato passaggio deve mirare ad un controllo di tutti i nostri alunni, in modo che nessuno possa sfuggire al monitoraggio dei frequentanti le scuole di ogni ordine e grado.

Un sistema efficiente di una scuola ben organizzata, preoccupata del fenomeno della dispersione scolastica.

La UIL Scuola RUA apprezza:
– che la finestra temporale per le iscrizioni sia stata allungata dal 9 gennaio al 30 gennaio;

– che l’orario ordinamentale della scuola primaria sia stato incrementato di 2 ore di educazione motoria anche per le quarte classi;
– che sia stata fatta chiarezza sui percorsi da seguire per le richieste di istruzione parentale;
– che viene previsto l’uso di un’applicazione per monitorare l’istanza di iscrizione dei propri figli.

La bozza di circolare prevede, un ulteriore aggravio di lavoro per le segreterie scolastiche, perché dispone che l’ultima scuola che tratta la domanda di iscrizione, qualora sia impossibilitata ad accoglierla per incapienza, è tenuta ad affiancare la famiglia nella individuazione di una diversa istituzione scolastica idonea , accertandosi che il procedimento si concluda con l’effettiva iscrizione.

Difficile stabilire a priori quanti saranno gli alunni in queste condizioni e chiaramente, dinanzi a un elevato numero di richieste, l’impegno e il lavoro delle segreterie scolastiche non sarà certo di poco conto.
Allora perché non prevedere l’aumento dell’organico di segreteria?

La UIL Scuola Rua, a tal proposito auspica che l’Amministrazione riconsideri tale decisione che, ancorché giusta nelle finalità, è assolutamente non condivisibile per l’ulteriore aggravio di lavoro per le segreterie sempre più sprovviste di personale.

Per la Uil Scuola Rua hanno partecipato Enrico Bianchi e Rosa Cirillo

Visite: 172letture