Modifica accorpamento classi di concorso della scuola di I e II grado

Sull’accorpamento delle classi è stata presentata qualche giorno fa la bozza del decreto per la modifica e l’accorpamento delle classi di concorso sia della tabella A (laureati) che di quella B (diplomati).

All’incontro erano presenti: Rosa Cirillo ed Enrico Bianchi per Uil Scuola Rua  e il direttore generale Fabrizio Manca che ha illustrato la bozza del governo.

Secondo l’Amministrazione il lavoro di riorganizzazione delle tabelle è iniziato già nel 2018 ed è proseguito fino alla recente accellerazione degli ultimi mesi alla luce di quanto richiede la Commissione Europea, entro il 31 dicembre per concedere la quarta rata del PNRR.  

Le classi saranno così accorpate:

 A01/A17 (Arte e immagine nella scuola secondaria di I grado – Disegno e storia dell’arte negli istituti di istruzione secondaria di II grado)

A12/A22 (Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado – Italiano, storia, geografia, nella scuola secondaria di I grado

A29/A30 (Musica negli istituti di istruzione secondaria di II grado – Musica nella scuola secondaria di I grado)

A48/A49 (Scienze motorie e sportive negli istituti di istruzione secondaria di II grado – Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di I grado) ha seguito la logica della semplificazione.

Nella presentazione delle tabelle allegate al decreto sono stati modificati i requisiti per l’accesso semplificando il possesso dei requisiti e chiarendo che i CFU richiesti possono essere posseduti sia in modo distribuito tra i vari settori disciplinari che in un unico settore.

Per le classi di concorso in cui era previsto il diploma congiunto, quest’ultimo potrà essere sostituito dall’acquisizione di CFU specifiche per quella classa di concorso.

A coloro che all’entrata in vigore del decreto sono in possesso dei titoli validi per l’accesso all’insegnamento ai sensi del DPR 19/16 e DM 259/17 normativa vigente), sarà garantita la partecipazione alle procedure concorsuali, a quelle abilitanti e ai percorsi di specializzazioni sul sostegno, così come sarà garantito l’accesso alle graduatorie per il conferimento delle supplenze.

Ma per Uil Scuola Rua sono troppe le criticità da sollevare:

Intanto la gestione delle prossima mobilità in relazione alle classi di concorso accorpate.

Così come la  gestione della Tabella B al 1° gennaio 2025, quando per l’accesso agli insegnamenti tecno-pratici è prevista una laurea triennale.

Su tali motivazioni sollevate dal sindacato e vista la materia delicatissima, l’Amministrazione ha deciso di fissare un ulteriore incontro per una discussione più approfondita.

Visite: 945letture