Elezioni Rsu: Uil aumenta consensi per quinta volta

Turi,Governo che verrà sappia valorizzare questo prezioso lavoro

“Viene dalle realta’ territoriali, anche dalle piu’ piccole, la sorpresa di queste elezioni per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali unitarie (Rsu) nelle scuole: e’ proprio nelle scuole di territori tra loro molto diversi che si afferma nettamente la linea sindacale della Uil Scuola”. A scriverlo e’ la Uil scuola, secondo la quale il dato elettorale vede la Uil Scuola ottenere un aumento di consensi per la quinta volta consecutiva.   “Siamo il primo sindacato scuola a Napoli ed  in Campania, con un notevole incremento dei consensi, che arrivano a superare, in molti istituti, la maggioranza assoluta dei voti”, afferma Pino Turi, segretario generale Uil Scuola. I dati relativi ad un campione rappresentativo, basato su risultati definitivi e confermati dallo spoglio chiuso in molte scuole, confermano un aumento dei consensi molto significativo a Bologna, dove, all’Istituto Belluzzi, la Uil Scuola diventa primo sindacato con passando dai 4 voti del 2015 agli attuali 79. Analogo esito all’Istituto di Saponara, in provincia di Messina, dove su 160 votanti, 137 voti sono andati alla Uil scuola che ha praticamente raddoppiato le preferenze ottenute nel 2015 (85 voti). Primo sindacato a Trapani.  Trend in forte crescita – secondo quanto fa sapere il sindacato – in molte realta’ come all’Istituto Margherita di Savoia di Roma, dove la Uil e’ il primo sindacato o al Montale di Cinisello Balsamo dove si e’ passati da 0 a 121 voti.

Record di consensi anche per le scuole italiane all’estero, con l’ 80% degli eletti e oltre il 50% dei consensi. Per la prima volta la Uil scuola e’ il primo sindacato scuola in Spagna.

“Un risultato che – sottolinea il segretario generale Turi – ci riempie di orgoglio e responsabilita’, rafforza la nostra azione. Il nostro modello di scuola, quello della ‘comunita’ educante’ ribadito anche nel contratto firmato ieri, consentira’, attraverso le tante Rsu elette, trasparenza, tutela dei diritti, piena partecipazione. Ci attendiamo che il Governo che si formera’ possa cogliere la portata del prezioso lavoro che si fa ogni giorno nelle scuole. Sappia riconoscerlo e valorizzarlo”.

Visite: 100letture